Camera Miss Mabel Frances Hill “benefattrice di Taormina”

(Galles 1866 – Inghilterra 1940)
Miss Mabel Frances nacque a Rookwood – Llandlaff, nela Galles, il 6 dicembre 1866 da Sir Edward Stock Hill, discendente da una famiglia di armatori, e Fanny Ellen Tickell. Il padre, proprietario di una società mercantile di costruzioni navali denominata “Cardiff Ship Owners”, incrementando i suoi rapporti commerciali con la Sicilia, trasferì i propri interessi a Palermo e, nel 1898, decise di trasferirsi a Taormina.

Il padre a Taormina comprò e restaurò la proprietà conosciuta come Castello Santa Catarina, ex Convento dei frati francescani minori con annessa Cappella dedicata a Santa Maria Gesù Redentore, espropriato dallo Stato italiano nel 1866. Lo scopo dell’acquisto era quello di realizzare un albergo, ma di fatto la proprietà divenne l’abitazione privata della famiglia e venne messa a disposizione e fruizione di tutta la comunità protestante che viveva a Taormina la loro cappella privata per i servizi domenicali, finché, comprò una proprietà in Via Luigi Pirandello dove il genero, architetto Indigo Triggs, costruì la Chiesa protestante dedicata a Saint George, ancora oggi attiva.

Completata la sua istruzione in Inghilterra, Mabel Frances raggiunse i suoi genitori a Taormina. La giovane, animata da un forte senso umanitario e spirito filantropico, notata la povertà in cui vivevano molte famiglie taorminesi, si adoperò da subito per la cittadina e soprattutto per le giovani residenti. Per esse, infatti, fondò e curò personalmente la Miss Hill’s School of Lace, scuola artigianale per l’arte del ricamo a mano con le tecniche del “punto ad ago” e del “punto croce” sita in Via Dietro Le Mura. La scuola ben presto si ingrandì, raffinando l’arte del ricamo e recuperando tradizioni locali a imitazione dei vecchi merletti siciliani lavorati e realizzati a “punto siciliano” e “punto cinquecento” e mantenendo l’antica tecnica dello “sfilato siciliano”, lavorazioni ancora oggi molto preziose e ricercate. Mantenendo i contatti con la “Royal School of Needlework”, la scuola divenne ben presto una grossa realtà, punto di riferimento e di sostentamento per molte ragazze non solo taorminesi ma del comprensorio che appresero quest’arte tramandandola negli anni al punto che, ancora oggi, si trovano nel comprensorio ricamatrici che continuano a mantenere questa preziosa tradizione, come a Francavilla di Sicilia e a Castiglione di Sicilia. I prodotti della scuola di ricamo e merletto taorminese, raffinati e di altissima qualità, vennero molto apprezzati sia a livello nazionale che all’estero grazie ai rapporti commerciali che Miss Mabel Frances Hill instaurò sia a Londra che a Bristol, in Inghilterra, ma anche a Brunnen e Seelisberg, in Svizzera, e a New York. A Taormina, la scuola di ricamo venne poi proseguita dalle Suore Missionarie Francescane di Maria, arrivate a Taormina nel 1903 grazie alla fitta corrispondenza di Miss Mabel Frances con Maria della Passione, le quali, nel 1921, acquistarono l’ex Convento proprietà della famiglia Hill. Per i ragazzi, la Signorina Inglese, come veniva amabilmente chiamata dai taorminesi, aprì una scuola tecnica. Ma fece molto di più: per eliminare il vagabondaggio locale dei giovani, si recò in udienza da Papa Pio X ottenendo l’apertura, a marzo del 1911, dell’Oratorio Salesiano di Taormina i cui preti hanno seguito, impegnato con varie attività e collaborato alla loro educazione generazioni di taorminesi fino a pochissimi anni fa.

DSC_9726-Modifica
DSC_9727-Modifica
DSC_9721
_DSC0281

L’attività umanitaria taorminese di Miss Mabel Frances riguardò anche gli anziani, collaborando, infatti, con Alfonse Grandmont ed Abrasine Hubrecht, famiglia olandese stabilitasi a Taormina intorno al 1880, all’apertura dell’ospizio.

Oltre che per le attività sociali, Miss Mabel Frances Hill ebbe un ruolo importantissimo per la promozione del turismo estivo a Taormina, fino ad allora conosciuta solo come stazione climatica invernale. Fu proprio lei, infatti, ad aprire il primo stabilimento balneare di Taormina sulla spiaggia dell’Isola Bella con annessa pineta e bungalows.

Amante del bello, attraverso il club “Friends of Sicily” con sede a Londra, si attivò per diffondere le bellezze di Taormina e del suo comprensorio all’estero. Si impegnò a valorizzare alcuni punti panoramici della cittadina tramite interventi di riqualificazione, tra i quali: la realizzazione nel 1902, contemporaneamente alla costruzione della propria villa “La Guardiola” in Via Guardiola Vecchia ad opera del cognato architetto Indigo Triggs, della piazzetta denominata “Belvedere”, dalla quale si gode una magnifica veduta dell’Isola Bella; e, nel 1908, l’eliminazione dell’orinatoio pubblico esistente ai tempi sotto la scuola di ricamo, riqualificando così la panoramicissima piazzetta esistente all’inizio della Via Madonna delle Grazie, dalla quale ancora oggi è possibile godere della splendida veduta della baia di Giardini Naxos e dell’Etna imponente in qualsiasi stagione.

La crocerossina Mabel Frances, si impegnò attivamente a Messina in occasione del tragico terremoto del 1908 che distrusse gran parte della Città, accogliendo nella propria scuola un gruppo di ragazze scampate al disastro. Prestò servizio in Inghilterra come crocerossina durante la prima guerra mondiale e vi ritornò a trascorrere gli ultimi anni della sua vita dedicandosi agli altri fino alla sua morte, avvenuta il 27 agosto 1940 a Llandlaff.

Miss Frances Mabel Hill, in suo ricordo, ha lasciato, proprio nella piazzetta esistente all’inizio della Via Madonna delle Grazie, un piccolo monumento di pietra di Siracusa a forma di tempietto greco contenente un bassorilievo raffigurante Gesù Cristo attorniato di bambini, nel cui basamento c’è incisa la frase evangelica: “lasciate i fanciulli e non impedite loro di venire a me”. La parte posteriore del tempietto ospita, infine, una lapide con al seguente dedica: “Ricordo della Signorina M. Hill, 1908”.

DSC_9712-Modifica-2
Mabel-Hill
_DSC0286
DSC_9719
null

Servizi in dotazione

La dotazione di ogni camera comprende:

  • Bollitore elettrico con selezione di tisane e tea;
  • “Flying”, frigobar di design;
  • Cassaforte;
  • Tv;
  • Moleskine e lapis per appunti e schizzi di viaggio;
  • Set di cortesia bagno uomo e donna.

null

ABBONATI ALLE NOSTRE NEWS

EnglishItaly